Sempre più importante la cooperazione tra Unige e GARR

In dirittura di arrivo la stipula dell’accordo di cooperazione tra Università degli Studi di Genova e il Consorzio GARR.

Circa 500 siti, tra centri di ricerca e documentazione, università, osservatori, laboratori, biblioteche, musei ed altre infrastrutture, per un totale di oltre 2.000.000 di utenti finali, sono collegati alla rete GARR.

Questa vasta comunità è destinata ad allargarsi ancora, grazie alla interconnessione di nuove strutture appartenenti al mondo della Ricerca, dell’Istruzione e della Cultura, Scuole, Accademie d’Arte e Musei, e il Consorzio GARR intende avvalersi della collaborazione di partner istituzionali qualificati in grado di fornire adeguate garanzie sul piano scientifico, didattico e organizzativo. A Genova, in Liguria questo partner è rappresentato dalla nostra Università e in particolare da CSITA, che ormai da quasi 10 anni presidia il PoP GARR presso il proprio centro in Darsena, coopera alla progettazione con GARR e player locali per l’estensione della rete, fornisce preziosi collegamenti con la propria fibra ottica.

In particolare nell’ambito del progetto GARR-X (il progetto di rete telematica in fibra ottica di nuova generazione) le nostre due organizzazioni vanno a definire le modalità operative attuative dell’accordo quadro di cooperazione per l’estensione della rete esistente e per la sperimentazione e la diffusione sul territorio ligure di applicazioni avanzate quali Grid, Telemedicina, Apprendimento a Distanza, ma anche accesso e fruizione multimediale a Musei e Biblioteche, e l‘attivazione di servizi di supporto alle Attività Multimediali e al Voice over IP (VoIP).

Per maggiori informazioni: http://www.csita.unige.it/centro/referentigarr

Fonte: Servizio Reti

Data aggiornamento: 30 marzo 2011