Installazione di CryptoClient

CryptoClient, il nuovo client di Firma indicato da Telecom, è un’applicazione per la firma digitale remota che utilizzando la tecnologia FSM prevede l’utilizzo del telefono cellulare come dispositivo sia per l’autenticazione che per l’apposizione di firma digitale in modalità remota.
Con esso è possibile:

  • firmare digitalmente un qualsiasi documento elettronico in modalità P7M-Cades;
  • firmare digitalmente un qualsiasi documento PDF in modalità PaDes;
  • verificare l’autenticità e l’integrità della firma apposta su un documento elettronico;
  • estrarre il documento originale da una busta firmata.

Come una qualsiasi applicazione sviluppata interamente in Java, possiede la caratteristica principale di essere multipiattaforma, ossia in grado di essere eseguita su qualsiasi sistema operativo che disponga di una Java Virtual Machine (JVM).
L’unico prerequisito software quindi è quello di avere una JVM installata sul proprio sistema, nel caso specifico la versione minima richiesta è la 7.0 o superiore (nonostante una precedente release del client – come citato dal manuale Telecom – accettasse la versione 6.0), mentre l’unico requisito hardware è una connessione attiva ad Internet.
N.B. Per le installazioni sulle postazioni gestite da C.S.I.T.A. occorre rivolgersi al Service Desk (tel 010 353 2690, mail: assistenza@unige.it) che aprirà un ticket per la relativa richiesta al Settore preposto.
L’installazione dell’applicazione, facendo uso della tecnologia Java Web Start, provvede a verificare l’esistenza della JVM nella versione richiesta ed eventualmente alla sua installazione, pertanto l’utente non deve far altro che connettersi tramite browser all’indirizzo fornito dal gestore della piattaforma FSM http://www.trusttechnologies.it/download/software/cryptoclient/.
Alla prima connessione viene automaticamente verificato che l’utente disponga di una JVM nella versione minima richiesta ed in caso negativo procede all’installazione.

Terminata questa fase, Java Web Start procede al download dell’applicazione ed alla sua installazione.

Contestualmente viene creato un collegamento sul Desktop dell’utente o la voce nel Menu di avvio che consente, per i successivi utilizzi, di aprire l’applicazione direttamente senza doversi collegare all’indirizzo suddetto.
Ad ogni avvio dell’applicazione e prima della sua esecuzione, viene automaticamente verificata la presenza di aggiornamenti ed in caso affermativo si chiede di procedere con il download di quest’ultimi. In caso di risposta affermativa, l’utente sarà sicuro di utilizzare sempre l’ultima versione dell’applicazione.

Al momento della prima connessione, dopo il download e l’installazione, l’applicazione si apre senza ulteriori interventi da parte dell’utente mentre per i successivi utilizzi è sufficiente eseguire un doppio click sul collegamento all’applicazione creato sul Desktop o scegliere la relativa voce nel menu di avvio.

In alcuni casi potrebbe comparire un messaggio di protezione, per evitare che questo si verifichi ad ogni lancio dell’applicazione, l’utente potrà agire sulla casella Considera sempre attendibili i contenuti di questo autore e premere su Esegui dal browser utilizzato oppure spuntare la casella apposita della finestra riprodotta nella figura sottostante