Utilizzo di CryptoClient

All’apertura dell’applicazione sarà possibile configurare in maniera permanente l’identificativo del firmatario per evitare che venga richiesto ad ogni utilizzo.
A tal scopo dal menu Strumenti , Impostazioni la scheda Impostazioni di rete è possibile inserire il proprio codice fiscale.

La scheda successiva Tipologia di firma consente di scegliere il tipo di firma P7M, tale scelta rimane memorizzata in modo definitivo ad ogni utilizzo dell’applicazione finché non si interviene nuovamente per modificarla.

La voce Configura aspetto delle firma PDF consente di impostare eventualmente il testo e/o l’immagine rappresentativa della propria firma apposta ai documenti.

Opzioni di verifica consente di personalizzare la modalità di verifica di un documento firmato. Si consiglia di scegliere le opzioni Automatico per entrambe le voci.
Selezionando A richiesta, il relativo controllo non sarà eseguito al momento della selezione di un documento (impostazione predefinita).
Selezionando Automatico, il relativo controllo sarà eseguito al momento della selezione del documento.
Si noti che tali impostazioni hanno effetto solo sulla verifica che viene eseguita quando si aggiunge un file in lista e tale file è un documento firmato; premendo il pulsante Verifica e controlla CRL online sulla barra degli strumenti, l’applicazione esegue sempre e comunque la verifica completa.

Per procedere successivamente con qualsiasi operazione di firma o verifica, l’utente dovrà selezionare il documento o i documenti sui quali operare.

(Per effettuare questa operazione sarà sufficiente agire sul pulsante AGGIUNGI FILE, oppure utilizzare la voce Aggiungi un file del menu File (o ancora utilizzare la funzione di sistema drag&drop) e selezionare uno o più documenti di proprio interesse.)
Per la dettagliata descrizione dell’utilizzo del client si rimanda alla Guida utente del servizio di Firma Sicura Mobile (FSM) reperibile dall'apposito link alla pag https://www.trusttechnologies.it/download/documentazione/